Cosa è successo il 26 aprile al Villaggio per la Terra

Eccoci con una nuova giornata al Villaggio per la Terra

Cominciamo nella piazza 12 dove EcoOne ci presenta il Progetto DPSAR Dare per Salvaguardare l’Ambiente in Rete”.

Ce ne parlano Elena Pace dell’Istituto Tecnico Industriale Sandro Pertini di Anzio e Alessandra Castelli e Manuela Tirocchi del Liceo Scientifico Innocenzi XII di Anzio e le sue colleghe presenti qui con i loro studenti:


E alla tenda dei Bambini

Francesca Giorgini ci ripropone il laboratorio “La fata e il colibrì”


Alla piazza 10 scopriamo “Scuolemigranti”, un progetto che coinvolge 89 organismi del privato sociale di Roma e Lazio, nato per offrire l’insegnamento gratuito della lingua italiana ai migranti adulti e proporre nelle scuole laboratori che favoriscano l’inclusione degli alunni di origine straniera.

Partendo dai corsi di italiano vengono formati più di 12.000 migranti adulti, puntando anche al l’educazione alla cittadinanza

ne parliamo con Maria Rita Topini


E per le strade del Villaggio, la Rome International Dance Academy


Inizia il talk “L’Innovazione per lo Sviluppo Sostenibile”: Stasi o cambiamento? L’innovazione può essere strumento di sviluppo sostenibile, non solo dal punto di vista economico e finanziario ma anche e soprattutto da quello ambientale e sociale?

In questa prima parte il giornalista del TG1 Marco Frittella modera gli interventi dei tanti partecipanti: Laura Aria, (Direttore Generale per gli Incentivi alle Imprese del Ministero dello Sviluppo Economico), Giulio Lo Iacono, (ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), Giulia Di Tommaso, (Chief Communication & Sustainability Officer Ferrero), Massimo Angelini, Direttore Public Affairs, Internal & External Communication Wind Tre), Luca Morari, (Amministratore Delegato Ricola Italia), Gabriele Ferrieri, presidente ANGI – Associazione Nazionale Giovani Innovatori), Luciano de Propris – (Program Manager Open Italy – Consorzio Elis)


Un grande dono della Fondazione Fabrizio de André al Villaggio per la Terra: ogni giorno, durante i talkshow nella Tenda Meeting, una pillola di musica, per ricordare il grande maestro nel ventesimo della sua scomparsa.

Bravissime oggi le nostre Cristina e Valeria de Carolis. Grazie anche al lavoro di Gabriella Marino e tutta Artèteca


Intanto nella piazza 11 parliamo di Pace, partendo dall’articolo 11 della nostra Costituzione Italiana, insieme a Maria Mazza dell’associazione CostituiAMO e ci chiediamo ma noi “Alziamo i muri o costruiamo ponti di pace?

Il ponte sta in piedi da solo, senza chiodi o bulloni. Lo abbiamo realizzato insieme perché come il ponte autoreggente di Leonardo Da Vinci, il contributo di ognuno di noi, delle nostre anche piccole azioni, permette di costruire la pace, ci fa essere un ponte verso l’altro


Alla tenda dei bambini intanto stiamo scoprendo che cos’è il Kintsugi..

Quando trasformiamo qualcosa di brutto in qualcosa di bello, lo dobbiamo dire, perché così tutti sanno che le cose si possono aggiustare! E a tutti viene il coraggio!

il maestro è quello in piedi.. affianco a lui vedete questa bambina di sei anni. Appena il laboratorio e’iniziato, si è alzata e si è messa li’, vicino a lui, per “tradurre” con la lingua dei segni, alla sua sorellina di quattro anni tutto quello che stavano svelando sul Kintsugi.


E nella piazza 12 parliamo di cambiamenti climatici, in un connubio tra scienza e arte, con il climatologo Antonello Pasini e alcuni attori di strada.

Presentiamo il progetto “Il Kyoto Fisso” promosso da EcoOne.

Ecco che ci presentano il progetto


E nella piazza 12 Mario dal Bello ci presenta “Quando un Papa si dimette” l’esperienza di vita di Pietro dal Morrone, divenuto papa con il nome di Celestino V. Edizione Città Nuova


Ed eccoci, è tornato il sole! ciao! A domani

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: